Search   You are here:  La Parrocchia - dove siamo  

 

AVVISI

della Domenica

Vai alla pagina >>>

 Scarica  il .pdf

 
 

Celebrazioni Riduci

ORARIO SS. Messe
FERIALE
tutti i giorni
18.00
   
PREFESTIVO

dal 15/10

18.00

 

 
DOMENICA E FESTIVI
Castagneto
09,30
S. Giuseppe Lav
11.00
18.00
   

vai alla pagina>>>

 


BLOG Riduci

 

/

Il nostro BLOG >>

 


 

missio Gaeta  >>>

 

La Parrocchia Riduci

 
  • La storia
  • Dove siamo
  • I confini
  • Decreti e documenti
  • Chiesa di San Giuseppe Lavoratore
  • Chiesa di S. Maria di Castagneto
 

Stampa  

La nostra storia Riduci

 

La storia

Nel 1985 Mons. Luigi Maria Carli, Arcivescovo di Gaeta, chiede alla Forania di Formia indicazioni e suggerimenti circa la istituzione di nuove parrocchie nella Forania. I sacerdoti della Forania indicano come prioritaria l’istituzione di una nuova parrocchia nella Zona “167” del Comune di Formia, località Scacciagalline, perché in atto in quella zona un rapido e straordinario insediamento abitativo. Il Consiglio dei Presbiteri, interpellato in merito dal Vescovo, sottolineando i medesimi motivi, concernenti la densità di popolazione e le difficili problematiche sociali e pastorali di detta zona. A seguito di ciò, Mons. Carli, nel corso dello stesso anno, prepara i confini della nuova Parrocchia e cerca di trovare un sacerdote disponibile, che vi inizi l’attività pastorale. Nei primi mesi del 1986 l’Arcivescovo chiede alla Forania di Formia di proporre un titolo per la nuova Parrocchia. Il titolo proposto ed accettato è quello di San Giuseppe Lavoratore. Il 14 aprile 1986 Mons. Luigi Maria Carli muore. Durante la sede vacante l’Amministratore diocesano Mons. Giovangiuseppe De Vellis, il 23 settembre 1986, costituisce la nuova parrocchia (decreto di erezione). Poco dopo il nuovo Arcivescovo Mons. Vincenzo Maria Farano si impegna a risolvere i restanti adempimenti per l’inizio effettivo della Parrocchia:

·         Incontra gli amministratori del Comune di Formia e riesce ad ottenere l’assegnazione in un punto centrale della nuova Parrocchia un lotto di 3948 mq in diritto di superficie, trattandosi di Zona “167”;

·         Ricevette dalla suddetta amministrazione un contributo iniziale di 39 milioni di lire, per adattare uno dei magazzini delle Case popolari a luogo di Culto provvisorio;

·         Ricevette in gestione dal Comune di Formia a titolo gratuito due magazzini per i servizi pastorali.

Le motivazioni che spinsero gli amministratori comunali di Formia a concedere terreno, contributo e magazzini furono le seguenti:

Nella zona di Scacciagalline, dichiarata Zona “167”, vi erano già insediate circa 200 famiglie in alloggi IACP e numerose altre costruzioni a carattere cooperativistico. Si sono quindi creati rilevanti problemi di carattere sociale di vita comunitaria. L’Amministrazione riconosce quindi la necessità di una presenza religiosa educante, come una Comunità Parrocchiale.

Tali motivazioni civili e sociali venivano condivise dall’Arcivescovo, il quale veniva però mosso soprattutto da una urgente necessità di evangelizzazione dei luoghi “in cui è difficile vivere”, per promuovere una formazione cristiana dei suoi abitanti. Infatti nella zona Scacciagalline vi sono fasce di abitanti che presentano problematiche difficili a carattere sociale e cristiano. Per realizzare tutto ciò l’Arcivescovo nomina il primo parroco nella persona del Sacerdote Vincenzo Macera, che fa ingresso nella Comunità nel giugno 1987. Alla fine del 1988 la parrocchia di San Giuseppe Lavoratore, secondo le norma del nuovo Concordato, riceve il riconoscimento civile. Nel frattempo in uno dei magazzini concessi in uso dal Comune è stato realizzato un locale-Chiesa, nella speranza che venga realizzato al più presto il complesso parrocchiale. Il magazzino adattato a chiesa, nonostante i lavori eseguiti, ha sempre presentato e continua a presentare diversi problemi. Viene dato inizio all’iter burocratico e tecnico per la realizzazione.

Stampa  

Dove siamo Riduci

Il territorio della Parrocchia Riduci

Decreto di erezione della Parrocchia di San Giuseppe Lavoratore Riduci

Mons. Giovangiuseppe De Vellis
Amministratore Diocesano
(sede vacante)
dell’Arcidiocesi di Gaeta

 

Essendo già da tempo nell’animo del compianto Arcivescovo Mons. Luigi Maria Carli, con il suffragio del clero diocesano, l’intenzione di erigere nuove parrocchie nei popoloso quartieri di recente formazione, al fine di assicurare un più accurato servizio pastorale, considerato sia il numero degli abitanti che la distanza dai preesistenti centri parrocchiali.

                Visto la lettera della Congregazione dei Vescovi del 10 luglio 1986, Prot. N. 484/86, con l aqual esi concede la facoltà agli Amministratori diocesani di procedere agli adempimenti previsti dall’Intesa tra la Santa Sede e lo Stato Italiano (Protocollo del 15 novembre 1984), dopo aver ottenuto il parere favorevole del Collegio dei consultori,

COSTITUISCO

nel comune di Formia, la nuova parrocchia di San Giuseppe Lavoratore, stralciandone il territorio parte dalla parrocchia dei Santi Lorenzo e Giovanni Battista e parte dalla parrocchia di San Luca in Maranola di Formia.

I confini della nuova parrocchia sono i seguenti:
NORD – linea ideale lungo la linea valle di Monte di Mola, partendo dalla chiesa Madonna di Ponza (esclusa dalla nuova parrocchia) fino alla strada comunale Pantano.

OVEST – Dalla strada comunale Pantano, linea ideale fino a congiungersi con via Castagneto a monte del Cimitero di Formia.

EST – Via Castagneto, via Palazzo fino all’incrocio con la statale Appia-bis

SUD – Statale Appia-bis, via Alcide De Gasperi, via Rotabile, via Madonna di Ponza.

Gli estremi del presente decreto vengono trasmessi alla competente Autorità Governativa Italiana per ottenere la qualifica di ente ecclesiastico civilmente riconosciuto unitamente alle altre cinquantasei parrocchie dell’Arcidiocesi di Gaeta.

Gaeta, 22 settembre 1986

 

L’AMMINISTRATORE DIOCESANO
Mons. Giovangiuseppe De Vellis

Il Cancelliere
Sac. Gerlando Fragapane

Se si desidera scaricare il documento cliccare qui
pagina 1 - pagina 2

Stampa  

Per una corretta visualizzazione si consiglia una risoluzione di 1024 x 768 per monitor CRT da 17" o >
e di 1280 x 800 per monitor LCD da 15" o > - Il browser consigliato è Internet Exsplorer

Archivio
 
Visualizzazione corretta
 
Scrivi a:
Visitate l'Archivio:
troverete quello che periodicamente viene inserito nella Home Page o in altre parti del sito, organizzato in >>Anno >> Mese.
Per gli Avvisi >> Home >> Avvisi
Per visualizzare il contenuto dei moduli cliccare sul segno + a destra della cornice.
 
 Il browser consigliato è Internet Exsplorer in modalità di "compatibilità"
 

Home:Avvisi - Eventi :La Parrocchia - dove siamo:Il Parroco:Servizi Pastorali:Spiritualità:Testimonianze:CEI e altri Links:Audio - Video - Foto:Archivio
Copyright (c) 2008 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy